Pubblicato il

Manutenzione compressori Power System

Airman srl esegue manutenzioni ed interventi su i vostri compressori Power Sistem alternativi e a vite per le province di Vicenza Padova e Verona.

Disponiamo di vasta gamma di ricambi a prezzi competitivi e con modalità di pagamento adeguate al cliente.

contattaci: 0444/573985

commerciale@airman.it

https://www.facebook.com/groups/249509422813/10153655323317814/?notif_t=like

[contact-form-7 404 "Not Found"]
Pubblicato il

Prezzi “su misura” per il tuo nuovo compressore

Abbiamo preparato un breve articolo sui prezzi dei compressori.

Il prezzo di un compressore può variare di molto a seconda delle specifiche tecniche che il cliente richiede o della componentistica utilizzata. Compressori Industriali srl si è specializzata nella realizzazione di compressori rotativi a vite che possono far fronte anche a specifiche tecniche utilizzate all’estero (vedi 60 Hz o tropicalizzazione delle macchine…) .

Potete richiedere un preventivo commisurato al vostro budget oppure richeidere un preventivo per la costruzione del vostro compressore secondo le vostre reali esigenze operative

Pubblicato il

Compressori rotativi a palette

Il compressore rotativo a palette è un compressore molto semplice, dotato di
una incastellatura cilindrica, un rotore e due testate.
Il ciclo è come quello di un compressore alternativo; c’è un’importante differenza,
tuttavia. Mentre nel compressore alternativo le valvole, caricate da molle, si
aprono per differenza di pressione, nelle macchine a palette, le fasi del ciclo sono
determinate dalla posizione delle bocche di aspirazione e mandata, davanti alle
quali passano le palette.
La bocca di aspirazione è normalmente piuttosto grande e lascia entrare il gas
fino a che il vano fra due palette raggiunge il massimo. Si chiude quando la
seconda pala, che delimita il vano, passa il bordo della bocca.
Il volume del vano decresce con la rotazione del rotore, montato eccentricamente,
e l’aria in esso racchiusa viene compressa. La compressione continua fino
a che il vano raggiunge, con la prima pala, la bocca di mandata.
Tale punto è progettato in modo da dare il rapporto di compressione voluto.
Pertanto il compressore rotativo a palette è un compressore con rapporto
di compressione fisso.

Nel caso si lavorasse al di sopra o al di sotto di tale limite, vale quanto detto precedentemente
per i compressori a vite.
Questo tipo di compressore ha un campo di portata e di pressione molto
più limitato del compressore alternativo, da inerenti limiti di progetto imposti
dalla lunghezza dei vani, dalla velocità di strisciamento delle palette sulla
parete dello statore ed infine dalle forze di flessione che agiscono sulla paletta
quando è fuori dalla cava.
La macchina viene costruita in due versioni:
a) una esclusivamente usata come macchina per servizio stazionario, con lubrificazione
forzata tramite un lubrificatore, con camicia ad acqua e refrigerante
intermedio ad acqua nelle unità a più stadi.
b) L’altra invece ha la lubrificazione e la refrigerazione combinata ottenuta iniettando
in continuazione l’olio in macchina.
Iniettando dell’olio nella camera di compressione si ottengono gli effetti di
tenuta fra pala e statore e il raffreddamento dell’aria compressa, in modo da
avvicinare la compressione ad una isoterma. L’olio iniettato viene recuperato
quasi tutto. Una prima separazione avviene in un labirinto, la seconda invece
mediante appositi filtri.
La circolazione dell’olio è ottenuta sfruttando la pressione di mandata dell’aria.
Una valvola di minima pressione assicura l’iniezione d’olio, anche se la
pressione di mandata è nulla o diminuisce.
Infine per quanto riguarda la refrigerazione dell’olio, ed eventualmente dell’aria
compressa, esistono macchine con scambiatori di calore ad acqua o ad
aria, cioè provviste di radiatori.
Queste macchine hanno largo impiego sia come macchine stazionarie che
portatili.
La maggior parte delle macchine a palette sono accoppiate direttamente al
motore, sebbene si possano avere anche macchine il cui moto avviene tramite cinghia di trasmissione.

Pubblicato il

Compressori Oil Free A Secco

Tali compressori sono essenzialmente delle macchine industriali.
Il ciclo di compressione è lo stesso visto per le macchine ad iniezione d’olio.
I due rotori sono tenuti in sincronismo da due ingranaggi e non c’è contatto fra
i rotori o con l’incastellatura .
Normalmente non c’è lubrificazione all’interno della camera di compressione,
dato che la lubrificazione è richiesta solo dagli ingranaggi e dai cuscinetti.
La maggioranza di queste macchine non ha elevati rapporti di compressione che
normalmente sono uguali o minori di 4,5. Ovviamente in tal caso le pressioni di
mandata sono piuttosto basse. Naturalmente, se operano come boosters e quindi
con pressione superiore a quella atmosferica, si potranno ottenere pressioni di
mandata più elevate.
I compressori a secco per basse pressioni possono avere una portata di circa 350
m3/ min con rapporto di compressione di 2 (pressione relativa di mandata circa 1
bar).
Vi sono macchine ad alta pressione (rapporti di compressione di 4,5) ed aspirazione
a pressione atmosferica che danno una portata di circa 600 m3/min ed una
pressione relativa di mandata pari a 3,5 bar (monostadio) oppure di 12÷13 bar
(bistadio). La potenza massima è di circa 4.500 kW.
Vari sono i compressori boosters disponibili ed in genere si limitano a pressioni
di mandata di 18 bar, a meno che non vengano realizzati con materiali speciali.
Le macchine a secco sono idonee per servizio pesante e possono operare per
periodi molto lunghi a pieno carico.
Sono usate in modo particolare per processo e per il vuoto perché:
• danno aria (o altro gas) priva d’olio;
• possono trattare anche piccole quantità di liquidi;
• possono essere trainate da turbine nel caso vi sia disponibile del vapore.

Possono trattare qualunque gas commerciale, purché siano predisposte per
far fronte ad eventuali problemi di corrosione.
Possono trattare anche gas sporchi, dato che non c’è alcun contatto metallico
all’interno dell’incastellatura. Tuttavia non devono aspirare polveri abrasive,
perché in tal caso si causerebbe l’erosione dei rotori e conseguentemente la perdita
di efficienza.
Le macchine hanno un limite ben preciso per quanto riguarda la temperatura di
mandata e l’incremento di temperatura fra aspirazione e mandata. Questi fattori
devono essere presi in considerazione dai tecnici che valutano l’applicazione.
Lo spazio richiesto per l’installazione della macchina è generalmente buono
rispetto ad altri tipi di macchina volumetrica. Le fondazioni devono avere una
superficie abbastanza larga da sopportare la massa della macchina e sufficientemente
rigide per consentire un buon allineamento.
Usualmente si usano silenziatori all’aspirazione ed in mandata per mantenere
il livello di rumore entro limiti accettabili.

0444/573985

[contact-form-7 404 "Not Found"]

https://www.facebook.com/groups/249509422813/?fref=ts

Pubblicato il

Compressori Combertini: nuova grafica contenuti

Il sito Combertini, azienda specializzata nella realizzazione di compressori “Made in Italy”, si rinnova nella grafica e nei contenuti: ora sono presenti nella pagina dei compressori e nella pagina dei compressori a pistoni 2 nuove slide-immegine che confermano l’intenzione del gruppo di affermarsi anche dal punto stilistico e comunicativo sia su cartaceo che su Internet.

Continue reading Compressori Combertini: nuova grafica contenuti

Pubblicato il

Nuova home-page Compressori Industriali

  1. E’ stata appena rilasciata l’ultima versione della home page del sito www.compressori-industriali.it che rende ancora più semplice la navigazione ed il reperimento di informazioni utili per l’acquisto di un compressore o di un accessorio per l’aria compressa.
    Visita www.compressori-industriali.com
  2. Inserita inoltre una nuova sezione per i compressori Atlas Copco, con la possibilità di richiedere un acquisto, la riparazione, l’assistenza e la manutenzione di qualsiasi compressore di questa storica marca
Pubblicato il

Compressori a vite ad iniezione ad olio

Sono normalmente utilizzati come compressori stazionari con portate da
meno di 2,5 a 85 m3/min ad una pressione fino a 10 bar (monostadio) a circa
28 bar (bistastadio). Continue reading Compressori a vite ad iniezione ad olio